MC CONTROL DIAVOLI VICENZA: IN BIANCOROSSO ANCHE NICOLA FRIGO

Prosegue la campagna acquisti vicentina

Mc Control Diavoli Vicenza mette un altro tassello al roster per la stagione 2017/2018 con l’accordo con Nicola Frigo, giovane difensore classe 95, asiaghese, in arrivo dopo due anni a Verona.

Il giovane asiaghese, difensore, ma con capacità offensive,  si è unito subito ai nuovi compagni per la preparazione pre-campionato.

“Nicola è un ottimo innesto, può aiutare in tutti i ruoli –ha dichiarato Luca Roffo impegnato come direttore sportivo in questa fase. – E’ un giovane di talento che ci potrà dare molto in campo. A lui mi lega poi una forte amicizia e sono contentissimo di averlo in squadra”.

Ed è proprio l’amicizia con Roffo ed anche con Andrea Alberti ad aver portato il giovane a scegliere di vestire i colori biancorossi, visto che c’era l’interesse anche da parte del Cittadella.
“Li conoscevo già, ma a Verona ho avuto modo di conoscerli ancora meglio e di approfondire l’amicizia – ha spiegato Nicola Frigo. – Luca era da molto che mi voleva a Vicenza, ho avuto contatti con Cittadella ed ero un po’ in dubbio, ma l’amicizia con loro mi ha fatto optare per i Diavoli. Sono un difensore, ma ho giocato anche come attaccante con la Nazionale, insomma posso giocare dove serve”.
- Con quali aspettative affronti la nuova stagione?
“Sono sicuramente positive. Penso che possiamo fare bene e con i nuovi arrivi le aspettative sono quindi buone. Sarà una bella stagione. Rispetto alle avversarie, sulla carta, siamo fra le prime tre, quattro squadre. Milano resta sempre un gradino più in alto e la squadra da batte, ma con Verona, Cittadella e Monleale ce la possiamo giocare.”.
- Conoscevi già i tuoi compagni?
“Conosco gli asiaghesi, Tagliaro, Rossetto, Rigoni, gli altri di vista. Penso che potrà essere un bel gruppo, magari con un po’ di tempo per amalgamarci, viste le tante novità, ma verrà fuori un buon gruppo”.
- Hai accennato all’esperienza in Nazionale, com’è andata per te?
“Ho partecipato ai World Games in Polonia ed è stata una bella esperienza. Noi avevamo una squadra molto giovane, mentre le altre squadre hanno portato tutti i migliori. Quindi peccato per il risultato, ma personalmente è stata un’esperienza importante”.
 

 

Share This Post: