Il Breganze femminile si conferma campione d’Italia!

11 giugno. Il Breganze femminile si conferma campione d’Italia!

Faizanè Lanaro Breganze            5

Estrelas Molfetta                           4

FAIZANE’ LANARO BREGANZE: Caretta, Lorenzato, Maniero, Cestonaro, Toffanin, Sartori, Mion, Cracco. All.: Oviedo.

ESTRELAS MOLFETTA: Zarantonello, Rebellato, Martino, Mele, Calia, Tamiozzo, Balacco, Marinelli, Minuzzo, Laghezza. All.: Maurantonio.

Arbitri: Velluti e Fontana.

Reti: p.t  0’41” Tamiozzo (M), 1’14” Martino (M), 10’26” Maniero (B), 17’15” Sartori (B); s.t. 3’26” Mele (M), 7’42” Maniero (B), 7’48” Martino (M), 10’20” Maniero (B), 13’32” Sartori (B).

Non s’era messa bene, ma alla fine il Breganze di hockey femminile ci ha creduto e ci ha messo forse qualcosa di più, riuscendo nell’impresa di bissare lo scudetto dello scorso anno (siamo al sesto della sua storia) e a battere un Estrelas Molfetta rivelatosi ostacolo durissimo. La soddisfazione è perciò doppia: di più, se si guarda, come società rossonera, alle delusioni sofferte alle finali nazionali giovanili maschili di recente svoltesi in Emilia. Il primo scudetto stagionale a Breganze, sia pur rosa, viene così salutato da un entusiasmo irrefrenabile, un tripudio in campo e fuori. Di fronte alle lacrime sconsolate versate alla fine dalle ragazze pugliesi, che pure ci avevano creduto e soprattutto, come si dirà, a lungo avevano cullato il sogno tricolore, mai così a portata di mano. Fors’anche convinte di possedere un potenziale superiore, viste le “loro” azzurre in campo e la relativa inesperienza di molte rossonere. E’ finita invece 5-4 per il team di Juan Oviedo, dopo una rincorsa durata, in pratica, per quasi tutta la gara, eccetto 6’ finali. Le Estrelas Molfetta dopo 1’14” conducevano già 2-0 (a segno Tamiozzo e Martino) e parevano avere le ali ai piedi. Improbo e ricco d’incognite, quindi, il lavoro delle ragazze locali, caricate da un deciso Oviedo, per ricucire la tela in pezzi. Solo al 10’ Maniero è riuscita ad accorciare sottorete ed infine la Sartori ha conquistato il pari (2-2) al 17’, per il sollievo della folta platea rossonera. Al 3’ della ripresa la nazionale Mele fa però 3-2 e rilancia le Estrelas, ma pochi minuti dopo ancora Maniero ci mette lo zampino giusto (3-3). Non è finita, dacchè in fulminea ed immediata azione di rimessa Martino confeziona al 7’ il 4-3 che pare tagliare le gambe a Toffanin e compagnia. Invece la sorte dà una mano alle rossonere e un tiro dalla trequarti di Maniero viene male intercettato e deviato nella propria porta  da una ragazza pugliese, che si dispera, ed è il 4-4. Restano 10’ da giocare. Il Molfetta agisce di rimessa, Breganze continua il pressing incessante con maggiore lucidità ed è alfine premiato al 13’ con un’azione combinata, un assist dalla sinistra della Maniero che la Sartori colpisce al volo, battendo, inesorabile, Zarantonello sottomisura: è il 5-4 su cui si chiuderà, tra gli applausi e un grande sospiro di sollievo sul fronte di casa, l’appassionante ed equilibrata contesa a sfondo tricolore. Lo scudetto 2017 è realtà.

In precedenza, per il terzo posto, il favorito Pesaro aveva battuto 6-2 le ragazze dell’Agrate Brianza, volonteroso  ma forse meno smaliziato. 3-1 all’intervallo. A rete per le marchigiane Santochirico (tripletta), Alice Pisati, Galli e Montoni. Per le brianzole: Modugno e Villa. Le formazioni: Hockey Pesaro:  Pisati Chiara, Santochirico, Fattori, Pisati Alice, Daccò, Galli, Uva, Taccardi, Montoni e Gaudio; all.: Jamerson Jason Ray. Agrate: Fiorini, Modugno, Papa, Tamiazzo, Musacchi, Villa, Pochettino, Zagni; all.: Lorenzo Villa. Arbitri: Hyde e Fabbris.

Articolo di Roberto Farina collaboratore de Il Giornale di Vicenza

Share This Post: